Idee di riciclo per Pasqua

pasqua decorazioni riciclo

Se è vero che Natale è la festa più dolce dell’anno, è altrettanto realtà la gioia festosa e primaverile che ci regala la Pasqua, preludio della bella stagione, di picnic e gite fuori porta, di uova colorate o di cioccolata, da rompere e scoprire, per fare festa tutti insieme. Anche se non c’è più l’obbligo della giornata “con i tuoi”, quel “con chi vuoi” ha indubbiamente la sua rilevanza, tanto che ormai pure il giorno di Pasqua, e la successiva Pasquetta, diventano piacevoli occasioni per ritrovarsi in famiglia o fra amici, magari per scambiarsi qualche regalino beneaugurante per la primavera alle porte, oppure per un bel pranzo da gustare tutti insieme, proprio come a Natale.

E allora, proviamo ad immaginare qualche oggetto a tema pasquale da poter realizzare con le nostre mani, magari sfruttando qualche idea di riciclo per materiali che non si usano più, per abbellire la nostra casa in occasione della festa, o per omaggiare i nostri ospiti fra una fetta di colomba e un grande uovo a sorpresa! E proprio le uova sono senza dubbio fra le protagoniste dei soggetti della Pasqua, ma non mancano nemmeno coniglietti, agnellini e pulcini, naturalmente il tutto in un tripudio di colori pastello, delicati e primaverili, proprio come la bella stagione tanto desiderata e ormai alle porte.

Proviamo a creare biglietti di auguri, decorazioni e idee regalo da realizzare divertendoci con semplicità, usando materiali di recupero e aggiungendo forbici, colla e, soprattutto, tanta fantasia.

Allegri pulcini e coniglietti di cartone

Un’idea tenera e simpatica, che piacerà ancor di più ai bambini, è un facile ed economico impiego delle anime di cartone dei rotoli di carta igienica, oltre a qualche foglio di cartoncino colorato e pennarelli multicolor. Una volta scelto l’animaletto da realizzare, bisognerà per prima cosa ritagliare dal cartoncino la base, vale a dire i piedi (o, meglio le zampe…). A seconda della scelta, si deciderà poi il colore con cui dipingere il corpo di coniglietto o pulcino e, una volta preparato, e abbellito anche con disegni e applicazioni di altri materiali (bottoni, ciuffi di lana, paillettes, ecc.) per le espressioni del musetto, non si dovranno dimenticare le orecchie o il becco, in base al soggetto prescelto, sempre ritagliati e applicati come le zampe. In questo modo si potranno realizzare oggetti che, anche dopo Pasqua, potranno essere utili per i bambini in ogni momento dell’anno, come porta pastelli, o portapenne ed altro.

Animaletti con le mollette per il bucato

Inutile negarlo: coniglietti ed altri animaletti simpatici sono i protagonisti del periodo pasquale che, in fondo, come abbiamo detto, altro non è che il riflesso della Primavera. E allora, anche per questa seconda idea di creazione con riciclo, pensiamo ai piccoli roditori, stavolta da costruire con le pinze per i panni, siano esse di plastica o di legno. In quest’ultimo caso, si potranno dipingere con colori pastello o lasciarle grezze, la tinta più naturale per un coniglietto. Si dovranno poi disegnare oppure applicare gli occhietti, magari con perline colorate, e il musino, oltre a realizzare un bel paio di baffoni con del filo nero. La lunghezza della molletta simulerà le orecchie e, in un batter d’occhio, avremo pronti dei simpatici segnaposti pasquali.

Vasetti pasquali personalizzati

Con i barattolini riciclati di varie misure, per esempio quelli di yogurt, marmellata, creme spalmabili, possiamo realizzare contenitori per ovetti o caramelline da regalare, dopo aver abbellito e trasformato i vasetti, mediante colori a tempera, colla, stoffe e paglia colorata. Naturalmente la tematica è sempre inerente alla Pasqua e, dunque, si sprecheranno le campanelle, gli animaletti, le uova e gli angioletti.

Si comincerà svitando il tappo e dipingendolo con tinte pastello, oppure decorandolo tramite la tecnica del decoupage, per i più esperti, con stoffe o tovagliolini di carta fantasia. All’interno del vasetto, poi, verrà inserita, sul fondo, un po’ di paglia, oppure delle striscioline sottili di carta velina, e quindi riempito con ovetti di cioccolato, ancor più belli se incartati con lo stesso colore usato per il tappo. Volendo “esagerare”, anche sulla parete del vasetto sarà possibile applicare una piccola decorazione a tema uova e ovetti, o una mini composizione di fiorellini secchi.

Piccolo orto personalizzato con le uova

Un lavoro più impegnativo, ma che regalerà grande soddisfazione finale! L’idea prevede il riciclo dei gusci delle uova, che dovranno essere svuotati con cura del loro interno. Sarà necessario asportare solo la sommità, mantenendo quanto più possibile intatto il resto. Dopo averli lavati e lasciati asciugare naturalmente, si potranno riempire con del terriccio nel quale verranno inseriti semi a scelta, dai fiorellini alle piante grasse o aromatiche. I gusci così preparati verranno ordinatamente sistemati nell’antico cartone che li conteneva all’origine che, nel frattempo, sarà stato dipinto con colori tenui, a tempera.

In alternativa, anziché in un orticello, le uova svuotate, e a loro volta colorate, potranno fungere da portacandela, inserendo in ciascuno un lumino e formando così, per esempio, un centrotavola per il pranzo di Pasqua.

E a proposito del cartone delle uova…un’altra idea di riciclo, molto divertente e che piacerà ai bambini, è la creazione, in poco tempo, di pulcini colorati. Incollando le due parti, superiore ed inferiore, del contenitore, ancor meglio se prima si sarà separata ciascuna porzione singola, con un pennello e un bel colore giallo potremo realizzare tanti piccoli animaletti, completandoli disegnando gli occhi con un semplice pennarello nero e ritagliando il beccuccio, colorato di arancione, da un pezzetto di cartoncino sostenuto. Ecco pronta una piccola e simpatica aia pasquale, per abbellire la cameretta dei ragazzi nei giorni di festa.

Ed infine…l’albero di Pasqua!

Senza dubbio meno diffuso di quello di Natale, nel nostro Paese comincia comunque a propagarsi la simpatica abitudine di addobbare un albero anche a Pasqua, vero o artificiale che sia. Ovviamente, anche i suoi ornamenti possono nascere dal riciclo di materiali domestici, impiegati in maniera creativa a seconda della fantasia e di ciò che si ha a disposizione.

Per esempio, oltre ai classici fiocchi di ogni dimensione e colore, si potranno usare sagome di uova, coniglietti e pulcini ritagliati da cartoncini o da riviste, ma anche i classici piccoli ovetti di plastica che contengono sorpresine nelle merendine dei piccoli. In questo caso, sarà carino e divertente dipingerli in colori diversi, e bucarli alle estremità per infilarci un cordoncino e poi appenderli all’albero.

Rapidissimo poi, per completare l’addobbo della casa, anche un semplice festone di Pasqua: sarà sufficiente disegnare le forme di tante uova e colorarle con tinte differenti su cartoncini piuttosto spessi. Dovranno poi essere ritagliati singolarmente ed appesi uno accanto all’altro ad uno spago, pinzandoli con delle piccole mollette, per panni o capelli, oppure con dei fiocchi di nastro in colore contrastante. Sarà senz’altro un figurone!

Non ci sono Commenti

Post a Comment